date-tappe

Al via “Running for Kids” di Ivana Di Martino per Terre des Hommes 21 giorni di corsa per proteggere i diritti dei bambini in fuga

16 aprile, 2014

 

Il calvario dei minori in fuga. L’impresa di una runner d’eccezione.

Sotto l’egida della campagna internazionale “Destination Unknown”, il giorno di Pasqua, dalla Sicilia, prende il via la maratona che, in 21 giorni, attraversa 21città italiane per essere a fianco degli oltre oltre 3mila dei bambini e ragazzi entrati in Italia nel 2013 e raccogliere fondi per il progetto FARO di Terre des Hommes.

 

Aumenta di giorno in giorno, ad un ritmo vertiginoso, il numero dei bambini e dei ragazzi migranti che sbarcano sulle nostre coste. Nei primi tre mesi e mezzo dell’anno, il numero di migranti ha raggiunto una cifra 13 volte superiore allo stesso periodo nel 2013. Solo lo scorso anno, in Italia, sono arrivati quasi 8 mila minori stranieri non accompagnati, il 40% sono sbarcati sulle nostre coste, la stragrande maggioranza in Sicilia. E arriva all’esorbitante cifra di quasi 35 milioni (oltre metà della popolazione italiana) il numero di bambini e i ragazzi in fuga  nel mondo con meno di 20 anni. Scappano da povertà, violenze, guerre e da ogni genere di disastri. Hanno perso la loro casa e spesso le loro famiglie. Una fuga estenuante verso i paesi che possono offrire la speranza di una vita migliore, dopo un lungo viaggio tra soprusi e maltrattamenti.

 

Quando bambini e ragazzi arrivano in Italia, spesso, l’accoglienza assomiglia di più ad un limbo in cui, insieme ad adulti sconosciuti, restano in attesa anche per mesi prima di essere trasferiti in una casa famiglia, come prescrive la legge. Aspettano in strutture di passaggio talvolta inadeguate e promiscue, per la mancanza di personale formato e  per la compresenza di adulti con esigenze, età e vissuti molto diversi. E rischiano di cadere vittime della criminalità organizzata, dello sfruttamento e della tratta di esseri umani.

 

Attraverso uno degli sport più faticosi e antichi della tradizione olimpica, la maratoneta Ivana Di Martino, testimonial di Terre des Hommes con “Running for Kids” –, toccherà in 21 giorni 21 città  (partenza il 20 aprile, giorno di Pasqua da Catania, arrivo il 10 maggio a Milano) risalendo tutto lo Stivale, per un totale di 467 km. La sua impresa – la prima nel suo genere – intende accendere i riflettori su questa tragedia e raccogliere fondi per il progetto FARO di Terre des Hommes che offre assistenza psicosociale ai minori stranieri non accompagnati in Sicilia.

 

Le difficoltà emotive, psicologiche e fisiche insieme al disorientamento che vivono i bambini appena giunti in Italia, li rendono estremamente vulnerabili e bisognosi di un supporto efficace e di alto livello per farli orientare nella nuova condizione di accoglienza, farli sentire protetti e al sicuro – sostiene Raffaele K. Salinari Presidente della Federazione Internazionale Terre des Hommes. La scelta di intervenire su questo fronte con il progetto FARO nasce dall’aver registrato un forte bisogno di supporto nella delicata fase di arrivo in Italia, dopo un viaggio che ha esposto i bambini migranti alla morte, prima nei propri Paesi e poi durante la traversata del Mediterraneo”.

 

Una maratona, quella di cui è protagonista Ivana Di Martino – runner non professionista, 43 anni, mamma di tre figli e reduce da due interventi al cuore, sotto il monitoraggio costante di un’equipe medica specializzata – che simbolicamente racconta il lungo calvario dei bambini in fuga per raggiungere l’Europa e il loro percorso di speranza. Ivana Di Martino percorrerà nelle prime tre tappe del percorso, in sole 72 ore,120 km, quasi 3 maratone consecutive. Nella settimana successiva il contributo sportivo di Ivana al progetto si manterrà sempre su medie molto elevate: in sette giorni coprirà altri 210 km, per una media di 30 km al giorno e nei giorni successivi, ogni giorno scalerà 2 km, fino alla tappa conclusiva di Milano.

Sono molto contenta e orgogliosa di sostenere Terre des Hommes, tramite Running for Kids”, dichiara Ivana Di Martino. “Ho percorso la mia prima avventura sportiva dedicata a un messaggio sociale lo scorso anno, convinta che qualsiasi difficoltà potesse rappresentare, in particolare per una donna, un’occasione per rinascere e ripartire. E così sono ripartita io, dopo due interventi al cuore al Centro Cardiologico Monzino di Milano che anche quest’anno mi seguirà a distanza lungo tutte le tappe del mio percorso. Sportivamente ho voluto mettermi in gioco ancora una volta, cercando di alzare l’asticella del mio impegno fisico e mentale, per poter condividere anche solo simbolicamente il duro percorso dei bambini migranti”.

 

 

FARO. IL PROGETTO

Gli operatori di Terre des Hommes, psicologi e mediatori culturali, sono attualmente presenti nel centro di Prima Accoglienza per Minori non Accompagnati Papa Francesco di Priolo Gargallo (Siracusa) per dare loro assistenza e sostegno psicologico, attraverso colloqui, giochi e attività ludiche.  Si tratta della quarta fase del progetto Faro, iniziato nel 2011 con un intervento di assistenza giuridica e legale ai minori migranti in Lampedusa (Faro I), proseguito nel 2012 con un ciclo di incontri di formazione legale e sociale degli operatori di comunità (Faro II) in sette città italiane. Nel 2013, Faro III è ritornato al Centro di Contrada Imbriacola di Lampedusa con attività di assistenza psicologica e psicosociale in favore dei minori stranieri non accompagnati e delle famiglie con bambini. Le attività di Faro IV saranno estese a Lampedusa quando  il CPSA verrà riaperto.

 

L’intervento è autorizzato dal Ministero dell’Interno e rientra nella Campagna “Destination Unknown” della Federazione Internazionale Terre des Hommes per la protezione dei bambini migranti (children on the move) nel mondo in fuga da guerre, povertà e violenze, che secondo i dati più recenti sono quasi 35 milioni (fonte UN).

 

LA RACCOLTA FONDI

Sostenere il progetto Faro attraverso Retedeldono.it significa garantire assistenza psicologica e ludica per 10 mesi ad 80 bambini seguiti dallo staff di Terre des Hommes nei CPSA di Siracusa (Priolo Gargallo) e Lampedusa.

 

 
I PARTNER

Partner dell’iniziativa Running for Kids: la piattaforma online di raccolta fondi Rete del Dono, la social recommendation platform Ejero, il Centro Cardiologico Monzino, l’Associazione Sportiva Dilettantistica Podisti da Marte.

Partner sostenitori: Fondazione Cariplo, la catena d’abbigliamento C&A, Banca Generali, Laika Caravans, Portofino made in Italy, Orthensys, Vestas Hotels & Resorts.

 

PATROCINI

La Manifestazione Running for Kids ha ottenuto il patrocinio del Comune di Milano, i  patrocini degli Assessorati allo Sport del Comune di Roma e di Pavia, del Garante per l’Infanzia della Regione Calabria, e il sostegno del Garante Nazionale per l’Infanzia.

 


Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This