Terre des Hommes

Convenzione ONU sui Diritti del Fanciullo: la parola finalmente ai bambini!

20 dicembre, 2011

Oggi, in una fase decisiva per I diritti dei bambini, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato il nuovo Protocollo Opzionale alla Convenzione dei Diritti del Fanciullo (CRC) che stabilisce una procedura di reclamo per violazioni ai diritti dei bambini.

Il nuovo trattato darà la possibilità ai bambini, o a loro rappresentati, che ritengano che dei loro diritti siano stati violati, di presentare un ricorso ad un comitato internazionale di esperti di diritti dell’infanzia, se non sono stati in grado di ottenere rimedio per tali violazioni nei loro paesi.

Una coalizione di più di 80 ONG internazionali e nazionali, coordinate dal Gruppo delle ONG per la CRC, che ha fatto campagna attivamente per il trattato sin dal 2006, dà il benvenuto a tale notizia.

“ Era davvero tempo che i diritti del bambino fossero messi alla stessa stregua di altri diritti umani! Fino ad oggi, il Comitato dei diritti dell’infanzia è stato il solo organo di trattato delle Nazioni Unite al quale si negava il potere di esaminare casi individuali”, ha detto Peter Newell, co-presidente della coalizione di ONG. “I diritti del bambino non sono più dei “mini diritti”, ha aggiunto.

Ogni caso di violazione dei diritti dei bambini- dai minori che non hanno accesso all’istruzione primaria, a coloro che sono sfruttati sessualmente, ad esempio- potrebbe essere portato davanti al Comitato dei diritti dell’infanzia.

“Nel corso del nostro lavoro, tutti noi ci siamo trovati di fronte a numerosi tipi di violazione dei diritti dei minori che non potevano essere sottoposti a tribunali nazionali”, ha detto Sara Austin, co-presidente della coalizione delle ONG, “ed è per questo che abbiamo fatto questa ardua campagna per i passati cinque anni: fare in modo che la voce di tutti quei bambini sia ascoltata e fare in modo che gli Stati si sentano obbligati a porre rimedio a tali situazioni”.

Per fare in modo che un ricorso sia esaminato, uno Stato deve aver accettato tale procedura. La coalizione di ONG dirigerà I propri sforzi per fare in modo che gli Stati ratifichino il nuovo trattato che deve essere accettato da almeno 10 paesi prima di entrare in vigore.

Il Presidente del Comitato ONU per I diritti dell’infanzia, Jean Zermatten, ha mostrato il suo sostegno al nuovo protocollo: “ Sono davvero soddisfatto… e spero che entrerà in vigore senza tardare troppo. Il Comitato non vede l’ora di poter ascoltare I bambini che sono vittime e di identificare dove i sistemi nazionali hanno fallito per poter aiutare meglio gli Stati a mettere in pratica le loro obbligazioni.”

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This