migranti

Strage nel Mediterraneo: subito una risposta europea per il soccorso dei migranti

20 aprile, 2015

Strage nel Mediterraneo: subito il Mare Nostrum Europeo di soccorso ai migranti e apertura di corridoi umanitari

Terre des Hommes chiede al Governo italiano di fare pressione sull’Europa per avviare subito una missione adeguata di soccorso in mare che consenta di evitare tragedie come quella odierna. Contemporaneamente si deve fare portatore dell’urgenza di aprire corridori umanitari per chi fugge dai conflitti, con la possibilità di avere dei canali regolari di immigrazione in Europa. “Tra i morti nel Mediterraneo ci sono bambini, donne, uomini che fuggono da guerre, persecuzioni, fame. Non si fermeranno davanti all’ennesima tragedia”, dichiara Raffaele Salinari, Presidente di Terre des Hommes. “Quest’ultimo catastrofico bilancio di morti conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, come sia urgente un cambio radicale nella imminente Agenda Europea sulla Immigrazione. Le istituzioni europee e gli Stati Membri devono capire che bisogna uscire dalle logiche emergenziali nella gestione dei flussi migratori. E’ il momento di dimostrare se il nostro continente vuole rimanere la patria dei Diritti Umani o negare i principi fondanti la sua costituzione”.
“Non dobbiamo cedere ai trafficanti il monopolio dei flussi migratori sul nostro mare”, afferma Donatella Vergari, Segretario Generale di Terre des Hommes, “ma eliminare alla radice la causa di queste morti, garantendo l’accesso alla protezione internazionale a chi ne ha diritto, modificando il Regolamento di Dublino Due per riequilibrare le responsabilità in materia di rifugiati”.

Terre des Hommes sta prestando assistenza psicologica e psicosociale ai minori stranieri in Sicilia, ospitati nei Centri di primo Soccorso e Accoglienza per minori stranieri non accompagnati (MNSA) “Papa Francesco” di Priolo Gargallo, e “La Zagara” Città Giardino (Melilli), nella provincia di Siracusa e nel CPSA “Villa Montevago di Caltagirone (Catania), per un totale di 120 ragazzi.
L’intervento si inserisce nel progetto Faro, avviato nel 2011.
Le attività di Terre des Hommes a protezione dei minori stranieri non accompagnati in Italia sono finanziate interamente con fondi privati. Tra i maggiori donatori troviamo la Fondation d’Harcourt, Fondazione Prosolidar, la Fondazione Zanetti e la catena d’abbigliamento C&A.

Il progetto Faro rientra nella Campagna “Destination Unknown” della Federazione Internazionale Terre des Hommes per la protezione dei bambini migranti nel mondo in fuga da guerre, povertà e violenze, che secondo i dati più recenti sono quasi 35 milioni (fonte UN). Con Destination Unknown Terre des Hommes è presente con interventi in Sicilia (Progetto Faro), Malta (in collaborazione con KOPIN), Grecia (in collaborazione con ARSIS), Cipro (in collaborazione con Hope for Children Cyprus) in Europa Centrale e Sud-orientale.

Terre des Hommes da 50 anni è in prima linea per proteggere i bambini di tutto il mondo dalla violenza, dall’abuso e dallo sfruttamento e per assicurare a ogni bambino scuola, educazione informale, cure mediche e cibo.
Attualmente Terre des Hommes è presente in 64 paesi con oltre 840 progetti a favore dei bambini. La Fondazione Terre des Hommes Italia fa parte della Terre des Hommes International Federation, lavora in partnership con ECHO ed è accreditata presso l’Unione Europea, l’ONU, USAID e il Ministero degli Esteri italiano.

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This