libabo12

Educazione sanitaria ed emancipazione per le donne

17 aprile, 2014

Arrivano con i pulmini dell’organizzazione ma anche con i service, i taxi collettivi molto diffusi in Libano.  Alcune poi, vengono direttamente a piedi:  sono 44  le donne invitate, ma alla fine ne arrivano 62. È un stupendo, primaverile sabato mattina e alla Scuola Pubblica di Baysour dove

Terre des Hommes Italia ha organizzato, per loro,  un corso di educazione sanitaria.

 

Sono tutte siriane e rifugiate e sono tutte mamme dei bambini che stanno frequentando, nello stesso centro, il programma di educazione non formale portato avanti da Terre des Hommes.

 

Inutile dire che, nonostante l’inaspettato successo, nessuna rimane fuori:  sono venute qui con i loro vestiti migliori per quella che per loro è una vera e propria giornata di festa e non sarebbe possibile dire di No.   Anche perché, pur svolgendo un ruolo fondamentale all’interno delle loro famiglie, per queste donne le occasioni di socializzazione sono rarissime e ogni occasione è, inevitabilmente, un’occasione da non perdere.

 

Terre des Hommes ha iniziato a organizzare i corsi da circa un mese, con la collaborazione dell’International Medical Corps (IMC). Dalia Shabib, coordinatrice del programma, ci spiega: “L’obiettivo del corso è quello di rendere le donne in grado di identificare i sintomi delle malattie, istruirle sulle principali norme di prevenzione e metterle al corrente dei servizi presenti in ogni area”.  Le sessioni vengono organizzate una volta al mese in ognuna delle tre scuole dove Terre des Hommes porta avanti programmi di educazione non formale.  In ogni sessione i dottori di IMC affrontano un argomento legato alle necessità e ai problemi sanitari presenti nella zona.  “Ad esempio,  nella scuola di Barouk, hanno avuto un problema di pidocchi, perciò abbiamo deciso di parlare di problemi connessi all’igiene, compresi pidocchi e scabbia.  A Mansourieh e a Baysour invece, in assenza di questa problematica,  si è affrontato l’argomento della diarrea dato che con l’arrivo dell’estate il rischio è in aumento”. Finora le lezioni si sono svolte in quattro scuole.

 

Le sessioni sono molto dinamiche. Le donne vengono divise in due gruppi più ristretti, in modo da metterle a proprio agio e incoraggiarle ad intervenire:  le due dottoresse responsabili della formazione infatti, le invitano a fare domande e a partecipare.

 

Nella scuola di Baysour, dove il corso si trova in una fase avanzata, le donne iniziano a condividere rimedi fatti in casa contro la dissenteria. Una signora prepara il te, la dottoressa acconsente ma precisa:  “assolutamente senza zucchero”.  Le famiglie di rifugiati che assiste Terre des Hommes solitamente vivono una situazione economica molto difficile.  Attraverso i corsi e la visita settimanale di un medico nelle scuole,  le donne possono ottenere le ricette per le medicine,  ma è comunque positivo che conoscano qualche rimedio tradizionale e i principali metodi di prevenzione;  ma, soprattutto, è importante che sappiano identificare i sintomi velocemente e rispondere adeguatamente.

 

Alcuni medici libanesi, assunti da Terre des Hommes, si recano nelle scuole per tre ore alla settimana dove incontrano le donne e visitano i loro figli.  L’attuale progetto formativo è il risultato di uno studio realizzato da Dalia l’anno scorso in cinque scuole diverse proprio durante queste visite:  “ho rivolto alle donne domande molto semplici sugli accorgimenti per tutelare la salute dei bambini, la loro salute in quanto madri,  e ancora su nutrizione  e assistenza.  In tante occasioni, le donne erano totalmente all’oscuro delle pratiche più corrette o le risposte erano sbagliate”. Sulla base dei risultati qualitativi dello studio sono stati selezionati gli argomenti per le sessioni.

arsal_21 (Custom)
arsal_14 (Custom)
arsal_26 (Custom)
arsal_11 (Custom)
arsal_15 (Custom)
arsal_17 (Custom)
arsal_28 (Custom)
arsal_05 (Custom)
arsal_10 (Custom)
arsal_16 (Custom)
arsal_25 (Custom)
arsal_08 (Custom)
arsal_27 (Custom)
arsal_19 (Custom)
arsal_32 (Custom)
arsal_13 (Custom)
arsal_18 (Custom)
arsal_24 (Custom)
arsal_23 (Custom)
arsal_12 (Custom)
arsal_04 (Custom)
arsal_03 (Custom)
arsal_29 (Custom)
arsal_20 (Custom)
arsal_22 (Custom)
arsal_07 (Custom)
arsal_09 (Custom)
arsal_06 (Custom)
arsal_30 (Custom)
arsal_02 (Custom)
arsal_01 (Custom)

L’assistenza medica è un grave problema per i rifugiati in Libano.  Il sistema sanitario nel paese è in gran parte privatizzato, e anche i servizi pubblici vengono pagati di tasca propria. Nonostante la presenza di UNHCR e di altre ONG impegnate a fornire assistenza ai profughi siriani in maggiore difficoltà, questa non è sufficiente, specialmente nei casi più gravi. “La collaborazione con l’International Medical Corps cerca anche di contribuire alla creazione di una rete che renda più facile ed efficiente l’assistenza per i rifugiati siriani”, spiega Dalia, che si dichiara frustrata a causa della situazione attuale.

 

Un ulteriore obiettivo, infine, è quello di formare le donne beneficiarie del progetto con un livello di studi più alto in modo che possano organizzare, a loro volta, dei corsi di formazione per altre donne nella loro comunità.  Formazione ed emancipazione, come sempre, vanno di pari passo.

 

 




Sostieni a distanza un bambino in Libano

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This