post09_01

Il circo è arrivato!

14 luglio, 2014

“Ho camminato su una corda. E´stata la prima volta! La corda era sospesa tra due pilastri e io ho riso ma non sono caduto.” Così ci racconta Ahmed, 10 anni, dell’evento organizzato da Terre des Hommes Italia il 21 Giugno scorso. Quando i giocolieri e i clown sono arrivati nella Scuola pubblica di Barouk avevano in mente un solo obiettivo: offrire ai bambini una giornata indimenticabile piena di divertimento!

 

I bambini, siriani e libanesi, hanno prima guardato lo spettacolo circense e poi hanno giocato insieme durante i quattro workshop ideati dagli artisti stessi. Hanno permesso a tutti di diventare ¨bambini di circo” per un giorno. Le palline da giocoliere, il devil stick, il mimo e le acrobazie, sono state le materie dei laboratori grazie a cui tutti si sono divertiti alla grande.

 

Questo tipo di attività permette ai bambini di sviluppare nuove abilità e relazionarsi in modo diverso con gli altri usando l’immaginazione e la creatività. L’arte diventa così uno strumento che permette di conoscere il mondo e di riscoprire se stessi, allo stesso tempo la creazione di spazi nuovi di condivisione e gioco permette di imparare divertendosi.

 

Natalia Fais, project manager di Terre des Hommes Italia in Libano, ha sottolineato quanto l’educazione non formale sia importante per i piccoli profughi siriani. “L’arte innesca meccanismi di resilienza che permettono ai minori traumatizzati di far fronte in modo positivo alle immani difficoltà che hanno dovuto affrontare, ricostruendo con slancio e creatività le proprie vite.”

 

Gli stessi maestri che normalmente lavorano con i bambini erano molto contenti. Hind Btadini, la direttrice della scuola, ha visto in questo evento una possibilità di crescita: “Questa è stata un’esperienza molto soddisfacente per i bambini. Si sono veramente goduti lo spettacolo. Per noi è  importante che gli studenti siriani e libanesi interagiscano giocando insieme come una sola squadra”.

 

Uno degli obiettivi di Terre des Hommes Italia è rompere le barriere che separano i bambini siriani e libanesi. La sfiducia tra le due comunità è comune in tutto il paese, specialmente dei libanesi nei confronti dei siriani, per motivazioni sociali, economiche, religiose e storiche. Le tensioni sono aumentate a causa della pressione demografica provocata dalla presenza di milioni di profughi nel paese, diventati ora più di un quarto della popolazione libanese.

 

“Partecipare ai laboratori permette ai bambini di sperimentare qualcosa di nuovo e originale, di mettersi alla prova”, racconta Mohammad Hammoud, field officer di Terre des Hommes. “Grazie ad animatori e istruttori preparati, i bambini scoprono abilità proprie fino ad ora sconosciute e lo fanno in una atmosfera divertente e protetta”.

 

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This