Home cerchi

TERRE DES HOMMES per i bambini in fuga dalla Guerra nel Nord Iraq

18 novembre, 2015

La crescente escalation di violenza nel Governatorato di Mosul e gli attacchi alle città e ai villaggi vicini a Erbil hanno portato verso il Kurdistan fiumi di sfollati: oltre 1.200.000 solo in questa regione. Questa cifra va a sommarsi ai più di 230.000 rifugiati siriani, fuggiti a loro volta dalla guerra in Siria.
I bambini sono le vittime più colpite dal conflitto. Traumatizzati dalla violenza, schiacciati dalla povertà, esposti ad abusi, privati di un’assistenza sanitaria adeguata e sempre più soggetti al rischio di scarsa nutrizione. Solo il 45% dei bambini rifugiati che vivono nei campi e il 30% di quelli che vivono fuori ha accesso all’educazione di base.
Dal 2014 Terre des Hommes è intervenuta in questa realtà creando due Case del Sole all’interno dei campi di Basirma e Hasharam. Di recente sono stati aperti altri tre centri diurni nel quartiere di Tobzawa, nel campo di Dibagah e nella comunità montana di Soran. Le case del sole e i centri diurni sono spazi protetti a misura di bambino dove, con il supporto di personale qualificato, i piccoli possono ritrovare il diritto all’istruzione, al gioco e alla nutrizione ma soprattutto all’infanzia.
In parallelo all’intervento nei campi, nel corso del 2015, Terre des Hommes ha progressivamente allargato il proprio intervento agli sfollati che vivono al di fuori dei campi (oltre il 90%) attraverso la creazione di Unita Mobili per la Protezione dei bambini più vulnerabili che operano all’interno di scuole, centri culturali e centri civici.
Nei centri dove opera lo staff locale è riuscito a instaurare un buon clima e a guadagnarsi la fiducia dei piccoli ospiti. Gli educatori, assistenti sociali e gli insegnanti insieme ai beneficiari, hanno creato un calendario di attività che in questi mesi stanno seguendo ed implementando che comprende:
 Supporto psicosociale diretto con attività volte a garantire, oltre al superamento del trauma, la comprensione del contesto e l’integrazione
 Laboratori ludico-ricreativi con attività differenti a seconda delle età
 Laboratori artistici per bambini più piccoli
 Attività di educazione informale per garantire ai bambini che non possono frequentare la scuola di non essere tagliati definitivamente fuori dal ciclo scolastico.
 Educazione allo sviluppo con campagne di sensibilizzazione rivolte ai bambini e alle loro famiglie sulle tematiche dell’igiene, della salute e dell’educazione

Oltre alle attività con bambini nel corso del 2015 si è intensificato il lavoro con le famiglie e i genitori.
L’intenzione di Terre des Hommes nel prossimo periodo è di sviluppare una collaborazione sempre più stretta con le scuole e centri civici affiancando e formando gli operatori pubblici e gli insegnati al fine di rafforzare le capacità delle istituzioni locali di affrontare il nuovo contesto creatosi a causa del conflitto e del protrarsi della crisi.
IN SINTESI, ECCO COSA ABBIAMO FATTO
Beneficiari:
I 1200 famiglie e più di 2300 bambini nei centri diurni di Basirma, Harsham, Tobzawa, Soran e Dibagah;
I 1500 famiglie 3000 bambini registrati nelle attività delle Unità Mobili per la Protezione dei bambini
I 6000 tra adulti e bambini destinatari delle campagne;
I 350 bambini ricevono assistenza specifica da parte degli assistenti sociali di Terre des Hommes.
La “Casa del Sole” di Basirma
Il campo di Basirma ospita a oggi circa 3.050 rifugiati che fuggiti dalla guerra in Siria, si sono trovati a essere circondati da ulteriori tensioni e pericoli e a non poter contare su nulla. La Casa del Sole di Basirma dà supporto quotidiano a 800 bambini e ragazzi. In questo centro, funzionante ogni giorno dalle 9:00 alle 16:00, i minori vengono accolti e coinvolti in varie attività sportive e ricreative. Inoltre gli viene offerto un costante supporto psicologico ed è prevista particolare assistenza per i bambini più vulnerabili.
Infine, da febbraio il team per la comunicazione e lo sviluppo ha raggiunto 3761 bambini e 2326 adulti attraverso 27 campagne, tra le altre: la campagna contro il polio, la campagna contro il fumo e la campagna a favore dell’allattamento al seno. Durante la giornata mondiale contro il lavoro minorile e la giornata mondiale del rifugiato sono stati organizzati dei festeggiamenti coinvolgendo minori e adulti.

La casa del sole di Harsham di Ainkawa
Il campo di Harsham si trova ad Ainkawa, quartiere cristiano nella città di Erbil, dove oltre 30.000 persone fuggite dagli orrori dell’ISIS sono ammassati in scuole, chiese, parchi o edifici in costruzione in pessime condizioni igienico sanitarie e in un clima di tensione crescente. Nel campo risiedono 1400 persone di cui più della metà minorenni. Quest’anno la Casa del Sole di Harsham ha aperto le sue porte a 600 bambini iracheni dai 4 ai 17 anni. Attraverso la creazione di uno spazio ad hoc per bambini e una Child Protection Unit, Terre des Hommes ha creato un ambiente protetto dove i bambini possano crescere più sereni possibile e sviluppare al massimo il proprio potenziale.

Tobzawa
1000 famiglie di sfollati interni dalle zone di Mosul, Anbar e Falluja hanno trovato rifugio in questo quartiere periferico della città di Erbil, dove anche la comunità ospitante è in forti condizioni di bisogno. A causa delle difficili condizioni economiche in questo quartiere nel corso del 2015 si e’ assistito a un forte aumento dei casi sociali tra i bambini. Per contrastare il fenomeno Terre des Hommes ha aperto un ufficio, dove operatori sociali ed educatori seguono più di 55 casi: problematiche sociali, matrimoni precoci e lavoro minorile sono le problematiche principali

Il centro diurno di Dibagah
Il campo di Dibagah si trova in un’area rurale a soli 20 chilometri dalla linea del fronte. Il campo ospita 500 famiglie di sfollati, fuggite nel 2014 dalle zone di Nenawa e Mosul. Le famiglie hanno inizialmente trovato rifugio nel piccolo villaggio rurale di Debaga in alloggi di fortuna e insediamenti informali. A quasi due anni di distanza il progressivo deteriorarsi delle loro condizioni economiche e di vita ha spinto il governo a creare un nuovo campo dove possano essere garantiti almeno i servizi di base. Da ottobre 2015 Terre des Hommes ha aperto una casa del sole e iniziato le sue attività di protezione dell’infanzia nel campo. Non avendo avuto accesso per 2 anni a strutture educative, è considerata prioritaria l’educazione informale dei bambini istituendo classi di inglese, arabo e matematica. Attualmente non esiste una scuola ufficiale nel villaggio o nel campo, ma Terre des Hommes intende aprirne una all’interno del centro, anche grazie al vostro aiuto.

Il centro diurno di Soran
Nel distretto di Soran, una piccola comunità montana del nord ovest dell’Iraq al confine con l’Iran, sono nati numerosi insediamenti informali, dove hanno trovato rifugio circa 100 famiglie di Yazidi e Shebek (due minoranze etniche perseguitate con particolare ferocia dall’ISIS per il loro credo religioso) provenienti dall’area di Mosul. Nei bambini sono visibili i traumi vissuti a causa della guerra e dell’esodo. Qui Terre des Hommes Italia insieme all’organizzazione americana “World Orphans” ha aperto un centro di quartiere per 150 bambini di età compresa tra i 4 e i 17 anni, dove, oltre alle attività ricreative, rivestono particolare importanza la componente di supporto psicosociale a superamento dei traumi subiti e la componente educativa. Anche qui come a Dibagah i bambini non hanno accesso a strutture educative. Terre des Hommes intende rafforzare la componente educativa anche grazie al vostro aiuto.

Le unità mobili di Tobzawa – Mamzawa – Korani ankawa e Basirma
Grazie alle unità mobili per la protezione dei bambini più vulnerabili composte da educatori, insegnati e operatori sociali, Terre des Hommes porta attività di supporto psicosociale, ricreative e di educazione informale a 3000 bambini da 4 a 15 anni di alcune tra le aree urbane più povere del governorato di Erbil dove maggiore è stato l’afflusso di sfollati (Tobzawa, Mamzawa, Korani Ankawa e Basirma). Le attività sono aperte sia ai bambini sfollati sia a quelli delle comunità ospitanti e si svolgono in collaborazione con le istituzioni locali in spazi adeguatamente allestiti dagli operatori sociali e dagli educatori all’interno di scuole e centri culturali e di quartiere.

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This