uisp

Uisp al fianco di Terre des Hommes per aiutare rifugiati e bambini in fuga dalla guerra

15 settembre, 2016

Sport, integrazione e cooperazione internazionale: Uisp e la Fondazione Terre des Hommes hanno appena siglato un accordo quadro di collaborazione per “la realizzazione di progetti in ambito sportivo, ludico ricreativo e psico-sociale a favore dei rifugiati e dai bambini in fuga dalla guerra nei territori maggiormente colpiti dal fenomeno e per la realizzazione di progetti sul territorio italiano volti all’accoglienza e all’integrazione dei minori stranieri non accompagnati, attraverso la pratica sportiva e l’avvio di attività imprenditoriali o associative legate“.

Dopo la positiva collaborazione maturata in occasione di Vivicittà 2016 dello scorso aprile, Terre des Hommes ed Uisp hanno realizzato alcuni moduli formativi in Libano nell’ambito del Solidarity Initiative Project “Play for inclusion – Supporting Kfarnabrakh Sport Team” e in progetti attualmente in corso finanziati da Unicef e Unhcr.

La collaborazione tra Terre des Hommes in Libano e l’Uisp, all’interno del progetto di supporto psicosociale per minori siriani e libanesi, ha permesso ad animatori e volontari di comprendere l’importanza dello sport e della pedagogia del gioco – sottolinea Natalia Fais, project manager di Terre des Hommes – Lo sport viene ora utilizzato come strumento di resilienza dagli operatori di campo che ogni giorno lavorano con minori vulnerabili e in fuga dalla guerra. Un approccio fondamentale che vorremmo estendere anche ad altri progetti in futuro“.

img-20160731-wa0003
wp_20160726_002
wp_20160726_005
wp_20160727_004
wp_20160727_007
wp_20160727_011
wp_20160727_016
wp_20160727_020
wp_20160727_024
wp_20160727_028
wp_20160729_001

Emanuela Serra e Daniele Zucca sono i due operatori Uisp che sono stati in Libano a fine luglio per tenere il corso di formazione. “Abbiamo condotto un programma di formazione per 25 persone che lavorano in un centro sportivo: operatori che lavorano con i bambini, molti allenatori, alcuni educatori e assistenti sociali – ha raccontato Emanuela Serra – Sono uomini e donne, dai 16 ai 40 anni, tra cui anche numerosi siriani. Il centro accoglie molti ragazzi e prevalentemente si occupa di calcio, quindi il primo obiettivo è stato definire il ruolo dell’educatore rispetto a quello dell’allenatore: abbiamo proposto loro un altro metodo per la gestione dei gruppi di bambini legato al gioco, all’animazione e ai valori Uisp dello sportpertutti. Il programma era composto da una parte teorica e una di attività, svolta all’aperto. Abbiamo illustrato un approccio alla gestione dei bambini e al loro sviluppo globale e interpretato attraverso il gioco. Si tratta di un percorso importante che punta a strutturare una nuova mentalità in educatori e istruttori. Loro sono stati entusiasti di conoscere nuovi metodi e possibilità per sviluppare le capacità del bambino, a livello sportivo, emotivo, psicomotorio”.

Stanno, inoltre, iniziando i lavori per la riqualificazione del campo sportivo della chiesa di Jdeide Fekehe, villaggio del Libano che ospita molti rifugiati siriani, con un’alta percentuale di bambini. L’intervento, realizzato da Uisp e Terre des Hommes grazie ai fondi raccolti attraverso Vivicittà, prevede anche un training formativo sullo sportpertutti, a favore degli operatori locali, da realizzare entro novembre.

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This