IMG_2169

Una nuova vita per i minori in conflitto con la legge in Mauritania

3 dicembre, 2015

Souleiman, 14 anni, è arrivato al nostro centro per minori alternativo al carcere nel quartiere di El Mina della capitale Nouakchott perché sorpreso dalla polizia a sniffare colla e consumare alcol. In Mauritania questi comportamenti costituiscono un reato penalmente perseguibile con la privazione della libertà, oltre ad essere un grave oltraggio ai dettami della religione musulmana. Nel centro, che ha permesso la separazione dei minori condannati dagli adulti e quindi la messa in campo di azioni più adatte di supporto e recupero dei ragazzi, il piccolo Souleiman ha ricevuto un sostegno psicologico che gli ha permesso di uscire dalla dipendenza di droga e alcol. Non solo: ha potuto seguire un corso di formazione professionale in falegnameria, così dopo i 6 mesi di permanenza al Centro gli è stato organizzato un tirocinio lavorativo di altri 6 mesi presso una falegnameria di Nouakchott. Grazie ai suoi ottimi risultati, al termine dello stage il titolare gli ha chiesto di continuare a lavorare nella sua bottega. Un vero cambio di vita, visto che è nato in una famiglia estremamente povera, che non aveva potuto farlo studiare.

Il centro nel quartiere di El Mina, nella capitale, è stato creato nel 2008 da Terre des Hommes su richiesta del Ministero della Giustizia Mauritania. Da allora ha aiutato centinaia di ragazzi e ragazze a superare i loro problemi con la legge e ad affrontare più attrezzati la vita da adulti. La sua capienza comunque era del 50% dei ragazzi in conflitto con la legge del paese e per questo motivo e grazie ai successi conseguiti le istituzioni hanno deciso di creare un secondo centro dello stesso tipo a Nouadhibou, città che si trova nel nord della Mauritania, con la collaborazione di Terre des Hommes per permettere ad un maggior numero di ragazzi di seguire un percorso di vero recupero.

Il 26 novembre 2015 ha avuto luogo la cerimonia della posa della prima pietra del Centro di reinserimento sociale dei minori in conflitto con la legge, progetto triennale finanziato dall’Unione Europea. Erano presenti alla cerimonia varie autorità locali tra cui il Segretario Generale del Ministero della Giustizia, il direttore del Centro di reinserimento Minori di Nouakchott, il Governatore di Nouadhibou ed il rappresentante dell’Unione Europea. Questo progetto vuole contribuire a sostenere la politica nazionale di protezione dell’infanzia in conflitto con la legge creando una rete di strutture adatte al reinserimento sociale in alternativa alla prigione. Costituisce inoltre un settore importante del programma di supporto alla Giustizia che l’Unione europea finanzia nel Paese come prevenzione dei conflitti e del terrororismo. Per raggiungere questo obiettivo, il progetto interverrà sul rafforzamento del centro già esistente a Nouakchott e sulla costruzione di questo nuovo Centro a Nouadhibou. In questi due centri opereranno figure specializzate per il reinserimento sociale dei minori (educatori, formatori, giuristi). I beneficiari del progetto saranno 520 minori e le rispettive famiglie.

Cerimonia_NDB_Posa prima pietra
Cerimonia_NDB_ospiti

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This