birmania

Alluvione in Myanmar: emergenza umanitaria

5 agosto, 2015

Sette anni dopo la tragedia del ciclone Nargis, il Myanmar si trova di nuovo a dover affrontare la devastazione portata dalle piogge torrenziali che hanno colpito il paese a cavallo tra Luglio e Agosto. La costa e le regioni occidentali del Myanmar sono tra le zone più severamente colpite: 46 persone sono morte e piu’ di 200.000 hanno dovuto abbandonare la propria abitazione. Ma i numeri, purtroppo, sono destinati ad aumentare: in molte zone l’accesso è ancora impedito dall’acqua, il cui livello ha toccato i 3 metri in alcuni villaggi. Il governo del Myanmar ha chiesto ufficialmente aiuto alla comunità internazionale per poter rispondere in maniera tempestiva ai bisogni immediati di cibo, protezione ed acqua potabile della popolazione colpita.

Anche le zone in cui attualmente opera Terre des hommes sono state colpite: la regione di Magway (situata nella parte centrale del Paese, lungo il corso dell’Irrawaddi) è infatti una delle 4 zone in cui è stato dichiarato lo stato di emergenza (le altre sono Rakhine, Kachin e Sagaing). Nella cità di Yenanchaung, dove Terre des Hommes è attiva da più di 8 anni con interventi legati alla nutrizione e alla sicurezza alimentare, sono stati allestiti sinora 7 campi provvisori in cui più di 20.000 persone si sono rifugiate arrivando dai villaggi limitrofi, ancora sommersi dall’acqua. In collaborazione con il governo e con il WFP, Tdh sta pianificando sia distribuzioni di viveri per la popolazione nei campi, che aumenta di giorno in giorno, sia interventi a medio e lungo termine. Putroppo infatti, la devastazione portata dalle piogge ha compromesso ogni mezzo di sussistenza per la popolazione di interi villaggi, che si troverà quindi ad affrontare una crisi severa protratta per molto tempo.

IMG_20150803_131735 (Custom)
IMG_20150804_104126 (Custom)
IMG_20150804_115859 (Custom)
IMG_20150803_131618 (Custom)
IMG_20150803_131457 (Custom)

All’emergenza umanitaria si unisce anche la preoccupazione che questo disastro naturale possa in qualche modo compromettere anche la fragile ed incerta transizione sociale e politica del paese: per Novembre infatti erano state indette le elezioni, considerate da molti come l’occasione per allentare definitivamente la morsa dei militari sulla vita politica del Myanmar. Le inondazioni delle ultime settimane, potrebbero quindi far slittare le elezioni, o non consentire a larga parte della popolazione di accedere al voto.
L’aiuto alla popolazione è quindi doppiamente urgente: sia per soddisfare i bisogni primari di cibo e acqua, sia per permettere una ripresa rapida che consenta a tutta la popolazione di poter esercitare il proprio diritto al voto per le elezioni di Novembre.





Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This