bangladesh2

Terre des Hommes: il crollo dell’edificio alla periferia di Dhaka mette in luce il dramma delle migliaia di bambini lavoratori del Bangladesh

26 aprile, 2013

Il crollo dell’edificio di otto piani a Savar, alla periferia di Dhaka, sotto il quale sono rimaste uccise più di 280 persone (e il numero sembra tristemente destinato a crescere) riporta drammaticamente all’attenzione del mondo il problema delle gravi condizioni di lavoro degli operai e delle operaie del settore tessile in Bangladesh, e della piaga drammatica del lavoro minorile.

Terre des Hommes Italia lavora in Bangladesh dal 1996 e si batte proprio per garantire ai bambini e alle bambine di questo paese un’infanzia serena e libera dagli abusi, nel pieno rispetto dei loro diritti.

L’impegno di Terre des Hommes si è da sempre concentrato sulle condizioni di vita dei bambini negli slum urbani, cercando di strapparli alle condizioni di sfruttamento a cui erano spesso condannati, principalmente attraverso l’istruzione: per dare loro la possibilità di acquisire capacità e competenze che li renderanno membri attivi della società.
Attraverso programmi di educazione e di protezione dei diritti dei bambini, Terre des Hommes raggiunge ogni anno più di 7.000 bambini con le loro famiglie nell’intero paese e ha da poco concluso con successo un progetto per l’inclusione scolastica dei bambini disabili nelle scuole di 8 slum a Dhaka.

“L’esperienza sul campo – ci dice Bruno Neri, responsabile progetti – confermata da una serie di indagini appena concluse, ci dice purtroppo che, nonostante i miglioramenti avvenuti negli ultimi anni, il settore tessile in Bangladesh è uno dei settori in cui persistono condizioni di lavoro spesso inumane e in cui, la sicurezza degli operai, le paghe bassissime, la violenza sulle donne e sui minori, creano situazioni che rasentano la schiavitù”.

Una situazione confermata dal fatto che, nonostante i problemi di sicurezza nella struttura del palazzo crollato fossero noti, tanto che la polizia ne aveva ordinato l’evacuazione, sembra che la maggior parte dei lavoratori sia stata costretta a presentarsi al lavoro.

Terre des Hommes chiede a gran voce all’opinione pubblica internazionale, ai governi, alle aziende produttrici (specie quelle italiane), ai commercianti e ai consumatori finali che si realizzi una forte e congiunta pressione affinché lo sfruttamento del lavoro minorile venga bandito definitivamente e le condizioni di lavoro migliorino per tutti e specialmente per le donne, garantendo sicurezza e salari dignitosi.

Per interviste sono disponibili:

Leonor Crisostomo
Terre des Hommes Italia
Country Representative
Dhaka, Bangladesh

Ph.: +880 2 8818895  +880 2 8824982 Ext. 108
Fax: +880 2 9887435 
Email: l.crisostomo@tdhitaly.org

Bruno Neri
Terre des hommes Italia
Senior Programme Manager
Milano, Italia

Tel. +39 0228970418
Fax +39 0226113971
b.neri@tdhitaly.org

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
IBAN IT53Z0103001650000001030344
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This