mostra fotografica convertini melotti myanmar

La loro vita non è un gioco

25 ottobre, 2018

Terre des Hommes Italia, in collaborazione con la Regione Lombardia, organizza la mostra dal titolo “LA LORO VITA NON È UN GIOCO. Acqua, salute e istruzione per i bambini del Myanmar”. L’esposizione, allestita presso lo Spazio Mostre N3 di Palazzo Lombardia dal 26 ottobre al 14 novembre 2018, si lega a doppio filo con gli interventi predisposti dalla Fondazione sul territorio birmano. Attraverso gli scatti fotografici realizzati in Myanmar dal testimonial del progetto Beppe Convertini e dalla fotografa Sara Melotti verrà spiegato agli studenti ed ai visitatori della mostra le principali emergenze umanitarie in Myanmar, le conseguenti necessità economiche e sociali della popolazione civile, in particolar modo dei bambini e di come sta intervenendo la Fondazione Terre des Hommes Italia per fornire supporto alle comunità locali e alle famiglie in condizioni di forte vulnerabilità.

Pannelli didattici e video esplicativi fungeranno da guida lungo il percorso diviso in quattro temi.
1.Sicurezza alimentare e nutrizione. Grazie all’impegno di Terre des Hommes in Myanmar si stanno realizzando degli orti familiari e scolastici progettati per supportare un percorso educativo sull’importanza della nutrizione e la salvaguardia dell’ambiente. Parallelamente le famiglie degli studenti sono coinvolte in sessioni pratiche di educazione alimentare e di igiene e hanno ricevuto assistenza tecnica e formazione necessarie alla realizzazione di orti familiari per il supporto alimentare dei loro membri.
2. Gestione sostenibile delle risorse idriche. L’obiettivo della Fondazione è quello di rafforzare la resilienza delle comunità rurali della Dry Zone Centrale del Myanmar per l’adattamento al cambio climatico. Gli interventi in atto stanno permettendo agli abitanti di migliorare le proprie condizioni nutrizionali e di reddito attraverso la diversificazione e la destagionalizzazione delle attività produttive e l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse ambientali ed economiche disponibili.
3. Il diritto all’istruzione vale per tutti: Terre des Hommes, attraverso un programma di Sostegno a Distanza, fornisce assistenza diretta a oltre 600 bambini del Myanmar, ma di questa azione beneficiano indirettamente anche i loro compagni e gli insegnanti di 15 scuole primarie e secondarie di Yenanchaung (Dry Zone, Regione di Magway) e Twantay (Regione di Yangon). Mediante training agli insegnanti, si mira a rafforzare la qualità dell’insegnamento, soprattutto in termini di metodologia e approcci child-centered, così da migliorare indirettamente anche la predisposizione e la capacità di apprendimento degli scolari. Kit scolastici (quaderni, cancelleria, ecc.) e altro materiale (banchi, sedie, armadi, ecc.) vengono annualmente distribuiti ai bambini beneficiari del programma SAD e alle scuole da loro frequentate.
4. Coltivare saperi e sapori. un orto a scuola perché? In Myanmar Terre des Hommes ha promosso la realizzazione di orti scolastici in 5 scuole delle Municipalità di Dala e Hlegu (Regione Yangon) utilizzando un approccio d’educazione nutrizionale integrato. Infatti sono state coinvolte anche le famiglie degli studenti con sessioni pratiche sui principi di base della nutrizione e dell’igiene per migliorare la salute dei bambini.

Nelle comunità della Dry Zone sono stati realizzati anche orti familiari utilizzando le stesse tecniche di coltivazione fuori suolo utilizzando materiali riciclati (bottiglie di plastica) come contenitori e risorse facilmente reperibili come la pula di riso come substrato di coltivazione. Il sistema d’irrigazione, funzionante grazie alla forza di gravità, consente di ottimizzare l’impiego d’acqua che, se eccessiva, viene raccolta nella parte inferiore dell’impianto e riutilizzata.
In questo modo è possibile avere verdura e frutta fresca giornalmente senza ricorrere all’utilizzo di pesticidi e senza grossi sforzi dato che gli orti idroponici sono sollevati da terra. Per questo sono adatti anche agli anziani o a persone con disabilità.

Quest’ultima fase sarà illustrata all’interno della mostra attraverso gli scatti realizzati dalla fotografa Sara Melotti in Myanmar.

Terre des Hommes ha iniziato a operare nella Dry Zone del Myanmar nel 2004 per estendere l’accesso all’acqua sicura, promuovere tecniche per il trattamento dell’acqua e realizzare campagne di sensibilizzazione sull’igiene personale nelle scuole e tra le famiglie. L’intervento è stato esteso al fine di contrastare due tipi di emergenze umanitarie: un forte flusso migratorio interno dei contadini che si spostano stagionalmente alla ricerca di lavoro e un tasso molto alto di malnutrizione e mortalità infantile.

Proteggere i bambini da ogni forma di violenza o abuso, garantire a ogni bambino il diritto alla salute, all’educazione e alla vita: questa è la missione di Terre des Hommes. «Il nostro obiettivo – spiega il Segretario generale di Terre des Hommes Italia Donatella Vergariè da sempre un mondo in cui ogni bambino possa crescere libero dalla violenza, dallo sfruttamento, dall’abuso, dalla fame, possa ricevere adeguate cure mediche e studiare senza alcuna discriminazione di tipo religioso, etnico, politico o di genere».

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 34 MI
IBAN IT37E0103001633000063232384
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This