Libya (AP)

Libia: dolore per la morte dei migranti, subito corridoi umanitari

3 luglio, 2019

Terre des Hommes esprime grande dolore per la morte di oltre sessanta migranti e rifugiati con il bombardamento del centro di detenzione di Tajoura, Tripoli. “Ancora una volta vittime innocenti muoiono per l’assoluta incapacità di porre fine alla guerra civile libica e di trovare una soluzione sicura per i migranti, vista l’insicurezza e l’instabilità libica”, dichiara Bruno Neri, responsabile dei progetti di Terre des Hommes in Libia. “Auspichiamo l’avvio immediato dei corridoi umanitari, a cui siamo pronti ad aderire, per i migranti più vulnerabili come minori e donne incinte, evitando così le morti in mare, il traffico di essere umani ed i respingimenti verso le coste libiche. Chiediamo che i migranti sopravvissuti al bombardamento vengano al più presto evacuati in luoghi sicuri in Libia”.

Terre des Hommes sta operando in Libia nei campi 1 e 2 per sfollati interni di Alfallah, che attualmente danno rifugio a oltre 1.300 civili libici, offrendo protezione e supporto psicosociale ai minori migranti con spazi a misura di bambini e con attività analoghe nel campo di detenzione migranti e rifugiati di Zawya, sempre a Tripoli. Inoltre l’organizzazione, insieme a Mediterranean Hope – Programma rifugiati e migranti della Federazione Chiese Evangeliche in Italia (FCEI), ha avviato un intervento d’assistenza dal punto di vista medico e sanitario per bambini libici con gravi patologie, appartenenti alle fasce di popolazione più vulnerabili, in strutture specializzate in Libia e Tunisia o in Italia. Il progetto è finanziato dall’Agenzia Italiana di Cooperazione allo Sviluppo.

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 34 MI
IBAN IT37E0103001633000063232384
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This