slide_home_shaken

Milano aderisce alla campagna “Non scuoterlo!”

17 gennaio, 2018

Terre des Hommes accoglie con grande soddisfazione la delibera del Consiglio Comunale di Milano che ha aderito alla Campagna “Non Scuoterlo!” per la prevenzione della Shaken Baby Syndrome, la sindrome del bambino scosso, la conseguenza di uno dei tipi di maltrattamento meno conosciuti ma più pericolosi nei primi mesi di vita. Fortemente voluta da Diana de Marchi, Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili, e Paolo Limonta, Presidente della Commissione Educazione, Istruzione, Università e Ricerca, la delibera impegna l’amministrazione comunale a sensibilizzare i cittadini milanesi, in prima battuta le mamme e i papà, con la distribuzione di leaflet informativi sulle conseguenze anche letali dello scuotere con forza un bambino piccolo nel tentativo di consolarne il pianto, un comportamento rischioso che può portare alla morte del bambino o a disabilità permanenti. “Informeremo e supporteremo mamme e papà in tutti i luoghi adeguati di pertinenza del Comune per ampliare il percorso di accompagnamento alla genitorialità“, ha sottolineato Paolo Limonta. “È importante sostenere e informare i neogenitori e le persone coinvolte, perché siano sereni nel prendersi cura del loro bambino e non compiano atti che possono mettere a rischio la loro salute”, dichiara Federica Giannotta, Responsabile Advocacy e Programmi Italia di Terre des Hommes. “Per questo siamo felici che Milano compia questo passo significativo e ci attendiamo che altre città seguano il suo esempio, dimostrando una grande attenzione verso il benessere dei bambini”.

Negli USA 30 bambini ogni 100.000 nati l’anno subiscono gravi danni a causa dello scuotimento violento. Le forze generate dal movimento violento compiuto dall’adulto sul piccolo possono essere la causa della Shaken Baby Syndrome, una serie di traumi fisici e neurologici che, in casi estremi, possono provocare la morte del neonato. In Italia mancano dati ufficiali perché il fenomeno è poco noto e difficile da diagnosticare, ma l’incidenza potrebbe essere analoga.

Per portare all’attenzione dei neogenitori e dei caregiver l’esistenza di questa forma di maltrattamento e i gravi rischi legati allo scuotimento, Terre des Hommes ha creato la prima campagna nazionale per la prevenzione della Shaken Baby Syndrome. Strumenti principali della campagna sono lo spot video con Alessandro Preziosi, che ha ricevuto il Patrocinio di Pubblicità Progresso, e il sito di informazione Nonscuoterlo.it dove è possibile reperire informazioni su quali sono i segnali rivelatori di un bambino che ha subito lo scuotimento, come intervenire e a quali strutture ospedaliere rivolgersi, nonché informazioni e consigli utili in caso di necessità. Nei prossimi mesi lo spot verrà trasmesso in spazi gratuiti messi a disposizione da La7 e in 300 sale cinematografiche del circuito MovieMedia.

La campagna Non Scuoterlo! è condotta in collaborazione con Azienda Ospedaliero-Universitaria Città della Salute e della Scienza di Torino – Ambulatorio Bambi; Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico – SVSeD – Soccorso Violenza Sessuale e Domestica di Milano; Ospedale dei Bambini “Vittore Buzzi” di Milano; Azienda Ospedaliera di Padova – Centro Regionale per la Diagnostica del Bambino Maltrattato Unità di Crisi per Bambini e Famiglie; Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer – GAIA – Gruppo Abusi Infanzia e Adolescenza, Firenze; Azienda Ospedaliero Universitaria Policlinico – Giovanni XXIII di Bari – Servizio di Psicologia – GIADA – Gruppo Interdisciplinare Assistenza Donne e bambini Abusati. L’intera campagna si svolge sotto il patrocinio dell’Autorità Garante Nazionale per l’Infanzia e l’Adolescenza.

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 34 MI
IBAN IT37E0103001633000063232384
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This