Issaka1

Giovani protagonisti della scena culturale africana

15 dicembre, 2020

Issaka non ha ancora detto nulla ai suoi, ma il suo sogno si sta avverando.
Sin da giovanissimo voleva fare del cinema ma essendo cresciuto nella periferia di Niamey, la capitale del Niger, da una famiglia che è riuscita a malapena a pagargli gli studi, non si faceva tante illusioni. Questo però non significa che non si guardasse in giro. E infatti negli anni, tra un lavoretto e l’altro per portare qualcosa a casa, ha partecipato alle attività di varie associazioni giovanili culturali con tanto entusiasmo, imparando sul campo da chi ne sapeva più di lui. Alla fine si è ritrovato a essere reclutato come formatore del laboratorio di «video-cinema», uno di quelli avviati dalla rete giovanile CCAJ di Niamey sostenuta dal progetto «Espressioni culturali transfrontaliere per la pace, l’inclusione sociale e lo sviluppo» che Terre des Hommes sta portando avanti dal 2018 in Niger e Burkina Faso con fondi dell’Unione Europea.

Questo progetto ha lo scopo di formare dei giovani leader capaci di imprimere un cambiamento positivo nella difficile realtà di questi Paesi, favorendo la gestione pacifica dei conflitti, il dialogo interetnico e interreligioso per la pace, la diversità culturale e l’inclusione sociale. Accanto a questi grandi temi ce ne sono molti altri non meno importanti, come le questioni di genere, il rispetto dei diritti umani, la protezione dell’infanzia e di tutte le persone vulnerabili che sono al centro dei valori positivi che le culture dei due paesi possiedono. Una parte importante nel progetto ce l’hanno le reti giovanili e i loro laboratori artistici per creare l’adesione comunitaria sui valori sociali e culturali antichi e così importanti al giorno d’oggi, date le crisi in atto, cercando di contrastare il fenomeno della radicalizzazione che coinvolge putroppo molti giovani disoccupati o con scarse prospettive.

Arrivato a bordo del progetto, Issaka ha portato avanti il laboratorio dedicando tutto il suo tempo libero, con un programma intenso che ha coinvolto una ventina di altri giovani interessati all’uso delle nuove tecnologie audio e video per il settore culturale. Con questa attività hanno realizzato vari prodotti di comunicazione per sensibilizzare la cittadinanza sui vari temi che il progetto porta avanti.

All’inizio dell’autunno è stato lanciato un corcorso per promuovere la creazione di microimprese artistiche e culturali guidate da giovani e Issaka non si è fatto sfuggire l’occasione. Ha candidato il suo progetto «SPA227 – société de production audiovisuelle pour le Niger» che ha convinto la giuria e adesso sta seguendo la formazione insieme agli altri 40 vincitori al Centro Incubatore professionale di piccole e medie imprese Cipmen di Niamey, che ha dimostrato di riuscire ad accompagnare al successo quasi la totalità dei giovani che lo frequentano.

«Adesso la mia vita ha un senso», ci racconta. «So che il settore culturale viene da molti considerato come aleatorio, su cui non puoi basare un solido futuro. Ma è la mia passione e, visto che mi è stata data questa chance, la saprò mettere a profitto. La cosa più importante per me adesso è imparare a «fare impresa». Per il momento non ho detto nulla ai miei, voglio che sia una sorpresa per loro. Un giorno li inviterò a inaugurare la sede della mia società, in questi mesi sto studiando il piano di business e so che quel giorno arriverà presto!»

Il nostro progetto per i giovani

L’obiettivo principale del progetto «Espressioni culturali transfrontaliere per la pace, l’inclusione sociale e lo sviluppo» è aumentare la responsabilità e la partecipazione dei giovani alla vita della loro comunità dando voce ai gruppi che solitamente hanno difficoltà a farsi sentire, come gli adolescenti, i giovani e le donne in generale, tutti coloro che appartengono a minoranze culturali ed etniche, i migranti, gli sfollati, le persone socialmente vulnerabili a causa di disabilità, malattie, vittime d’esclusione sociale o discriminazione. Il tutto grazie a un rafforzamento delle loro competenze, attraverso delle formazioni mirate, e alla promozione delle sinergie locali che valorizzano il “savoir faire” di alcuni a vantaggio di tutti gli altri, ma soprattutto attraverso la Cultura.

La rete delle associazioni giovanili CCAJ (Cadre de Concertation des Associations de Jeunesse) che il progetto ha rafforzato in 4 città nigerine e creato in 4 città del Burkina Faso, organizza infatti, nelle rispettive sedi, dei laboratori artistici per permettere ai giovani talenti di accrescere la propria creatività diffondendo messaggi positivi.

palcoscenico

Dai laboratori nascono degli eventi culturali di danza, teatro, poesia, slam, racconti tradizionali, ma anche vernissage di opere artistiche di pittura, scultura o fotografia, i cui contenuti sono in linea con i messaggi che il progetto intende portare ai giovani e alla comunità tutta. Gli spettacoli vanno in scena in luoghi di spettacolo messi a disposizione gratuitamente grazie alle convenzioni sottoscritte dalla CCAJ o ristrutturati dal progetto stesso. Per ciascuna delle 8 città coinvolte si è voluto organizzare un festival culturale per dare maggiore visibilità ai giovani artisti.

A queste attività si è affiancato il concorso per accompagnare la creazione di 80 le start-up culturali (40 per il Niger e 40 per il Burkina Faso) con l’aiuto di un incubatore professionale. Alla promozione del concorso ha partecipato anche il comico Mamane, un personaggio famosissimo presso i giovani africani.

labo video maradi

Un’attenzione speciale è stata data alle donne, sostenendo la creazione di cooperative o gruppi d’interesse economico sempre nel campo culturale, per 80 donne in entrambi i paesi. Globalmente il progetto ha coinvolto 38.000 persone, riuscendo a fare della Cultura uno strumento di sviluppo, di cambiamento e di fratellanza tra due paesi, visto il carattere transfrontaliero della diffusione di questi messaggi.

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 34 MI
IBAN IT37E0103001633000063232384
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This