insegnante inglese

Innamorati dell’inglese

1 febbraio, 2022

Non mi aspettavo che questi bambini accogliessero questa lingua con tanta facilità e la facessero loro!” A parlare è Rouwayda, un’insegnante di inglese che lavora ai corsi di alfabetizzazione e aritmetica di base per bambini siriani rifugiati e libanesi vulnerabili al centro Minieh di Tripoli, in Libano, nell’ambito del progetto Back to the Future.

Da quando mi sono unita a questo progetto ad oggi ho notato un cambiamento nell’approccio dei miei studenti verso la lingua inglese“, continua Rouwayda. “Hanno iniziato a usare l’inglese in qualsiasi contesto, come condividere le loro idee, descrivere situazioni di vita reale e anche per fare domande“.

Una volta ha chiesto ai suoi studenti: “Come è cambiata la vostra vita da quando avete cominciato a seguire questo corso?” La loro risposta è stata estremamente positiva. Secondo molti degli alunni, l’inglese ora fa parte della loro vita quotidiana e non è più una lingua strana, dato che lo usano sempre più spesso quando interagiscono con i fratelli, gli amici e persino con i loro vicini. Approfittano di ogni opportunità per mostrare la loro abilità in inglese!

Adesso ci salutiamo in inglese, ci presentiamo in inglese. Esprimiamo anche i nostri pensieri e sentimenti in inglese!” dice Mohamad, uno degli studenti di Rouwayda.

Sono stato anche stupita dall’impatto della scuola sui loro comportamenti e personalità. Per esempio, hanno imparato come rispondere e far fronte a comportamenti sbagliati e sentimenti negativi, e hanno appreso che difendere se stessi non vuol dire necessariamente fare le botte. Invece, il modo migliore per affrontare tali situazioni è essere gentili e rispettosi“.

Rouwayda conclude: “È stata un’esperienza meravigliosa e gratificante lavorare con questi bambini; qualcosa che ricorderò sempre. Ho cercato di trasmettere il mio messaggio di insegnamento in modo pratico e benefico, permettendo ai miei studenti di affrontare qualsiasi sfida che potrebbero trovarsi di fronte, e aiutarli ad applicare ciò che imparano alle situazioni della vita reale“.

Back to the Future (Ritorno al Futuro) è un progetto finanziato dal Fondo Fiduciario Regionale dell’Unione Europea in risposta alla crisi siriana (Fondo MADAD) che mira a fornire un ambiente protettivo e attento a oltre 16.955 bambini vulnerabili rifugiati e delle comunità ospitanti, garantendo le attività extrascolastiche per 5.380 bambini e indirizzando 350 bambini con difficoltà di apprendimento ai servizi specializzati. Inoltre al progetto beneficiano in maniera indiretta 12.200 studenti tramite la modernizzazione di 18 scuole pubbliche e 4 centri di apprendimento in Libano. Infine favorisce l’impegno comunitario, rivolgendosi a 4.245 assistenti in materie come attività educative e tutela dei minori.
Il progetto viene implementato in tutto il Libano da un consorzio composto da 3 ong: oltre a Terre des Hommes, AVSI e War Child Holland.

#BackToTheFuture #EducationForAll #EUMadadFund
#EarlyChildhoodEducation #EUTFSyria

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 34 MI
IBAN IT37E0103001633000063232384
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This