IMG-20210913-WA0002

Un bellissimo incontro nelle terre di Ninive

13 ottobre, 2021

È una caldissima giornata e a Ba’j, un distretto a sud ovest di Ninive, in Iraq, il nostro team sta facendo i colloqui per selezionare un gruppo di operatori per un nuovo progetto dedicato ai bambini sfollati che stanno lentamente rientrando con le famiglie nelle proprie case.

È il turno di un ragazzo giovane, avrà una ventina d’anni e una bella faccia sorridente. Bastano pochi minuti e il program manager mette a fuoco quel viso conosciuto: “Riyath, ma sei proprio tu? Non ci posso credere!Riyath, classe 1997, nel 2014 era scappato da ISIS dopo l’invasione del loro villaggio con la sua famiglia ed avevano trovato rifugio presso il campo di Harsham a Erbil. Proprio lì, nello stesso anno, Terre des Hommes Italia ha cominciato il suo intervento in Iraq offrendo servizi di protezione ai bambini nel campo.

Riyath e i suoi fratelli e sorelle erano assidui frequentatori del nostro centro e in particolare lui per anni aveva fatto parte della piccola orchestra creata con i ragazzi del campo. Un paio di anni fa lui e la sua famiglia avevano lasciato il campo per provare a tornare nel loro villaggio d’origine e avevamo perso le sue tracce. Ritrovarlo lì per il program manager che tempo prima era stato il suo educatore nel campo è stata un’emozione incredibile.

Appena visto l’annuncio delle selezioni pubblicata sulla porta del municipio locale Riyath non ci poteva credere, tantissimi ricordi sono riemersi: i difficili anni nel campo ma anche quello spazio di serenità e spensieratezza che aveva trovato presso il centro per bambini di Terre des Hommes. E così aveva deciso immediatamente di mandare il suo curriculum.

“Ho provato in prima persona cosa vuol dire trovare uno spazio in cui poter giocare ed essere felice nonostante intorno a me ci fosse tanta povertà e disperazione”, spiega Riyath. “Sono contento che i bambini che stanno tornando nel mio villaggio possano adesso provare la stessa esperienza. Mi piacerebbe tornare ad essere parte di questa esperienza, non più come bambino ma come educatore”.

Inutile dire che Riyath è stato selezionato e si è unito al nostro team: adesso insieme ad altri ragazzi e ragazze sta al nostro progetto per il rafforzamento della protezione, istruzione e la promozione dei diritti dei bambini e dei giovani vulnerabili sfollati e privati della libertà nel governatorato iracheno di Ninive, finanziato da ECHO.

Questo progetto prevede vari tipi di servizi di protezione dei minori (supporto psicosociale, assistenza legale, assistenza personalizzata in casi particolari) presso i villaggi che un tempo erano occupati dallo Stato Islamico e dove adesso le famiglie stanno tornando, non senza molte difficoltà dovute alla povertà, alla mancanza di servizi e ai traumi fisici e psicologici subiti durante il conflitto e lo sfollamento.

Con questo intervento Terre des Hommes Italia assisterà i bambini maggiormente vulnerabili e a rischio di violenza per assicurarsi che possano ricevere l’aiuto e la protezione di cui hanno bisogno. Bambini e ragazzi che hanno vissuto esperienze molto traumatiche verranno coinvolti in attività di supporto per poter piano piano riprendere in mano la loro vita e stare meglio con sé stessi e gli altri. Infine i bambini che non hanno documenti potranno finalmente essere registrati all’anagrafe e le famiglie potranno avviare le procedure burocratiche per iscriverli a scuola e farli accedere ai servizi pubblici come per esempio le cure mediche.

Chissà se un giorno tra qualche anno qualcuno di loro manderà la sua candidatura e lo ritroveremo non più come beneficiario ma come collega!

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 34 MI
IBAN IT37E0103001633000063232384
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This