Mahomood_gioca_bimbi web

Uniti per Mahmood!

26 marzo, 2018

Com’è vivere in un campo di profughi? Significa avere una tenda come casa e lì tenere le poche cose che sei riuscito a portare quando la guerra ti ha strappato via da casa tua, dai tuoi affetti, dagli amici, dalla scuola. Le strade sono spesso impraticabili, l’elettricità e l’acqua potabile sono disponibili ad intermittenza, rendendo difficile la vita di ogni giorno. Per i bambini vivere in questo nuovo contesto non è facile, e a maggior ragione se hanno qualche tipo di disabilità, come Mahmood, il bambino che abbiamo incontrato nel campo profughi di Debaga.

Un contesto ostile

Situato in un’area contesa tra l’Iraq e la Regione curda, il campo ospita circa 10.000 persone sfollate irachene, profughi interni di un Paese che non trova pace. D’estate le temperature arrivano a 50 gradi, ma in inverno ci sono giornate estremamente fredde e ventose. Ma un territorio ostile e le condizioni di vita faticose aumentano le occasioni di condivisione e collaborazione tra le persone. Proprio questo è successo tra FOCSIV e Terre des Hommes Italia, due ONG che lavorano in Kurdistan al fianco della popolazione civile: hanno deciso di collaborare per un unico obiettivo: aiutare Mahmood!

Nel mese di febbraio gli operatori di FOCSIV e Terre des Hommes hanno percorso strade fangose per recarsi in visita a una famiglia speciale, che ha bisogno forse più di altre, quella di Mahmood, un bimbo di 6 anni, dolce e molto timido, con occhi simpatici e al tempo stesso curiosi.

La storia di Mahmood

Mahomood_e_papàIl piccolo Mahmood vive nel campo profughi di Debaga con i genitori e i sette fratelli. La sua famiglia proviene da un piccolo villaggio non lontano dalla città di Makmour. Quando l’Isis ha occupato quel territorio e distrutto la loro casa, inizialmente si sono rifugiati in una città vicina, poi, dopo otto mesi, sono dovuti scappare di nuovo e dal 2015 vivono in una tenda del campo.

Mahmood è nato con una malformazione al piede destro che con il tempo si è aggravata causando una deviazione irreversibile del piede e la creazione di una grossa ciste sul quale appoggia il piede per camminare. Era stato visitato da un medico di Mosul ma la diagnosi non era corretta. Oggi, dopo 6 anni di vita, il bambino è arrivato a uno stadio avanzato di disabilità che può essere risolta solo con un’operazione, molto delicata e costosa in Iraq.

La vita nel campo per Mahmood è stata particolarmente difficile e la sua mobilità molto limitata. Le sue condizioni fisiche lo hanno costretto a rimanere spesso isolato dagli altri bambini, ma non per questo ha rinunciato alla sua passione e amore per gli animali. Infatti tutti i giorni gioca con il suo cane e i suoi due uccellini.

Un’unità mobile per la disabilità

Da qualche anno Terre des Hommes Italia ha avviato un progetto dedicato ai bambini con disabilità nel campo di Debaga grazie a fondi della Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, e per Mahmood è iniziato il percorso verso una nuova vita. L’unità mobile composta da fisioterapisti, psicologi e educatori specializzati, ha iniziato a visitare il bimbo tutte le settimane. Grazie alla fisioterapia, il bambino è riuscito a camminare meglio e attutire i dolori muscolari causati dalla deformazione dell’arto.

Infine l’operazione

Mahomood_post_operazioneIl primo marzo 2018 è stato un giorno importante per Mahmood: il giorno della sua operazione al piede. Una tappa fondamentale per la sua vita che FOCSIV ha sostenuto grazie ai fondi della CEI e della campagna Humanity, sostenuta da numerosi donatori.
L’operazione è andata benissimo e oggi Mahmood è nuovamente seguito da un team specializzato per la riabilitazione, sostenuto e gestito da Terre des Hommes. Inoltre ha ripreso a seguire le lezioni a scuola e giocare con i suoi animali.

Questa è la condivisione che più ci piace! Collaborare tra persone per il bene di altre persone, al di là delle denominazioni. Questo è il senso di Humanity: 7 soci insieme a FOCSIV uniti per aiutare le persone in estremo bisogno in Medio Oriente. E le collaborazioni non finiscono ma diventano uno stimolo, una contaminazione di solidarietà che ci piace condividere e diffondere, dal Kurdistan all’Italia e viceversa.

Clicca qui per leggere l’articolo di Humanity

Comments

comments

Terre des Hommes Italia ONLUS

Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
Codice fiscale: 97149300150
Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 34 MI
IBAN IT37E0103001633000063232384
Tel +39 02 28970418
Fax +39 02 26113971
info@tdhitaly.org
Latte creative

Pin It on Pinterest

Share This