Nel mondo sono 70 milioni le bambine sfruttate, costrette al matrimonio, uccise appena nate. Anche in Italia i dati sugli abusi sono preoccupanti. La prima cosa che puoi fare è informarti!

Scarica il dossier e scoprirai quello che tante bambine come Amani, Tania o Isabel vivono ogni giorno.



logo

DOSSIER INDIFESA 2016

Cosa facciamo

"Finché un solo bambino rimarrà affamato, malato, abbandonato, infelice e sofferente, chiunque sia, dovunque sia, il movimento Terre des Hommes, creato per questo scopo, si impegnerà per il suo immediato e completo soccorso." (Edmond Kaiser, Fondatore Terre des Hommes)

Accogliendo l’appello delle Nazioni Unite nel 2012 nasce Indifesa, la Campagna con cui Terre des Hommes ha posto al centro della propria azione la protezione delle bambine e delle ragazze e avviato un’intensa attività di sensibilizzazione e prevenzione delle discriminazioni e della violenza di genere in Italia e nel mondo.

Oltre all’Italia, il nostro intervento si svolge in numerosi paesi del mondo tra i quali India, Mozambico, Costa d’Avorio, Zimbabwe, Perù, Ecuador, Bangladesh, Palestina, Libano, Iraq, Siria e Giordania, affrontando temi importanti e delicati quali:

- l’aborto selettivo delle bambine e infanticidio
- il fenomeno delle spose bambine
- le gravidanze precoci
- la tratta e lo sfruttamento delle minori
- le mutilazioni genitali femminili
- la condizione delle bambine e delle ragazze in fuga dalla guerra e dalle aree di conflitto.


Le azioni di contrasto vengono realizzate in centri di accoglienza e case protette dove le bambine e le ragazze sfruttate trovano un luogo accogliente e sicuro, all’interno del quale viene offerto supporto psicologico e psicosociale e vengono organizzati percorsi educativi e corsi professionalizzanti volti all’inserimento lavorativo, ma anche momenti ludico-ricreativi per favorire la socializzazione.

I nostri operatori, costantemente in prima linea, lavorano per intercettare e contrastare ogni forma di discriminazione offrendo alle ragazze possibili vie di uscita dalle situazioni di violenza e abuso che sono costrette a subire. Parallelamente, intervengono anche a livello locale per stimolare e favorire la diffusione di un cambiamento culturale fondato sul rispetto e la prevenzione della violenza di genere.

I nostri centri (Case del Sole) diventano così, anche in situazioni di emergenza come i Campi profughi, luoghi protetti in cui le bambine possono fare nuove amicizie, sperimentare relazioni positive di crescita, sviluppo ed aiuto reciproco oltre che momenti di spensieratezza e serenità: una concreta possibilità per riappropriarsi della propria infanzia per sognare un futuro migliore.

Anche tu puoi essere protagonista al nostro fianco: con il tuo sostegno contribuirai a riscattare il futuro di una bambina e riceverai aggiornamenti con lettere e informazioni sulla sua salute e i suoi progressi scolastici.

Il tuo prezioso contributo ci aiuterà anche a realizzare molti atri interventi destinati a migliorare la vita delle bambine e delle ragazze di tutto il mondo e delle loro famiglie, incentivando attività imprenditoriali e generatrici di reddito nelle loro comunità. Resta ancora molto da fare, scendi in campo con noi indifesa delle bambine e delle ragazze!