aiuto diretto all'infanzia in difficoltà, senza discriminazioni di ordine politico, razziale o religioso
home > I progetti nel mondo > Congo 17.08.2017 giovedì / 7.40

Repubblica Democratica del Congo (RDC)

Progetto socio-educativo

Kinshasa – quartiere di Matete Limete

Tante carte da giocare per un futuro migliore: uguali diritti, uguali opportunità per prevenire l'abbandono scolastico.

Nelle bidonville di Kinshasa il degrado sociale e l'impoverimento delle famiglie immigrate sono la causa di un forte incremento del numero dei bambini di strada e dell'abbandono scolastico. Nel quartiere di Matete Limete Tdh Italia sostiene l’attività dell'associazione Multicarte che ha avviato da tre anni un'azione di recupero sistematico di bambini e bambine a rischio di abbandono scolastico, con la costruzione di una scuola che offre il ciclo primario per le sei classi elementari a 350 ragazzi. Fino a sei mesi fa la scuola era ospitata in un edificio di circa 500 mq (una vecchia fabbrica), privo di servizi igienici, con aule piccole e malsane, dove si avvicendava un doppio turno quotidiano per poter accogliere i ragazzi.
Grazie alla generosità dei donatori privati e in particolare del Gruppo Realco Sigma, la nuova scuola ora è completa di finestre, porte, tetti e pavimenti nuovi, arredi scolastici, e soprattutto di servizi igienici, ed è stato distribuito del materiale didattico nuovo sia per i bambini che per gli insegnanti. Con l'inizio dell'anno scolastico 2005-2006 la scuola ha potuto rispondere alle esigenze di circa 800 alunni, divisi in due turni quotidiani. A oltre 550 alunni particolarmente bisognosi (che sono sostenuti a distanza) vengono forniti anche zainetti, quaderni, matite e scarpe. Continuano inoltre, in un ambiente più adeguato, anche le attività ricreative e i corsi serali di alfabetizzazione e di igiene destinati ai genitori.

Progetto di ricostruzione

Kinshasa

Ovunque la giustizia ha i suoi luoghi, ricostruirli significa darle nuova voce.

Terre des hommes Italia è stata esecutrice di un progetto bilaterale della Commissione Europea e del Ministero della giustizia del Congo per riabilitare la giustizia in quel Paese dopo il lungo conflitto interno. L’intervento ha permesso la ricostruzione dei luoghi dove la legge si esercita: tribunali, corti di appello, tribunali di pace e scuola di formazione dei giudici. In tutto sono stati costruiti 25 edifici che coprono 22 giurisdizioni della capitale congolese.

Per l’esecuzione si è fatto ricorso, tramite gare d’appalto, a imprese del luogo che dimostravano di avere il pieno rispetto per i diritti dei lavoratori, oltre alle ovvie capacità tecniche. In questo modo Terre des hommes Italia ha voluto anche contribuire a far ripartire l’economia dei vari sobborghi della capitale, offrendo un salario e un trattamento adeguato alla manodopera locale.