Emergenza Ucraina: aggiornamenti dalla Polonia

Nelle scorse settimane, a Kobylka in Polonia, sono arrivate circa 680 persone dall’Ucraina che sono state presto ospitate presso alcune famiglie locali. Qui li stiamo aiutando a ricominciare a vivere una sorta di normalità: grazie alla collaborazione la municipalità e con alcune associazioni del posto, in uno dei centri culturali della città i bambini e le bambine partecipano ad attività ricreative e a corsi: danza, ginnastica, disegno e tanto altro ancora.

Presso il centro siamo impegnati a garantire il percorso psicosociale di cui hanno bisogno per affrontare ciò che stanno vivendo a causa della guerra.
Il supporto psicosociale è una delle aree su cui noi di Terre des Hommes abbiamo esperienza, in tutti i paesi in cui lavoriamo, e soprattutto nel Medioriente e con bambini, donne e uomini che vivono in contesti di guerra. Sono già 11 anni, infatti, che portiamo avanti attività di sostegno psicologico, educativo, sanitario, economico a migliaia di persone in fuga dalla guerra in Siria.
Sappiamo quali traumi vivono i bambini che da un giorno all’altro sentono il rumore delle bombe, vedono i carrarmati, vivono l’esperienza del distacco dal padre o da entrambi i genitori.
Nessun bambino dovrebbe vedere la guerra. Tu puoi aiutarci ad assicurare ai bambini e alle bambine dell’Ucraina un futuro sereno e tutto ciò di cui hanno bisogno.

condividi con i tuoi amici

Leggi anche