Palestina




    Abbracciare la diversità – programma di educazione inclusiva, volto al superamento delle logiche speciali, nelle scuole palestinesi
    Tipo di progetto: Educazione
    Partenariato: AVSI, Ministero Palestinese dell’Educazione, Custodia di Terra Santa (CTS)
    Obiettivo Generale: Sostenere il Ministero dell’Educazione palestinese e la società civile nei passi necessari alla realizzazione dell’obiettivo del millennio di educazione per tutti
    Beneficiari diretti: circa 670 tra insegnanti e personale scolastico in 25 istituti situati a Gerusalemme Est, Betlemme e Gerico e i circa 6800 studenti e studentesse iscritti con le loro famiglie
    Beneficiari indiretti: circa 39.600 (Il nucleo familiare palestinese è composto in media da 5.3 persone secondo il PBS, 2012)
    Descrizione: In progetto contribuisce al miglioramento dei servizi educativi esistenti e a sostenere lo sviluppo complessivo di un sistema educativo inclusivo più qualitativo, a Gerusalemme Est, Betlemme e Gerico attraverso l’identificazione e il sostegno di bambini e bambine con bisogni educativi speciali in 12 scuole pubbliche e 13 private, la formazione del personale scolastico, la creazione di spazi dedicati all’educazione inclusiva nelle scuole e nelle classi,  la fornitura di materiali e di strumenti di lavoro adeguati, il sostegno alle famiglie, la sensibilizzazione della comunità, il supporto per la realizzazione di attività extra-curriculari e il contributo al network di scuole e professionisti che si occupano di educazione inclusiva.
    Il progetto, della durata di 3 anni, è condotto in associazione con la ong capofila AVSI ed in partnenariato con la Custodia di Terra Santa e con il Ministero dell’Istruzione dell’Autorita’ Palestinese ed in particolare con il Direttorato di Gerusalemme. Il progetto è co-finanziato dal Ministero degli Affari Esteri (MAE) Italiano, da TdH It, AVSI oltre a un contributo valorizzato del Ministero dell’Educazione Palestinese.

    Finanziatore: Cooperazione Italiana allo Sviluppo – Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale
    Data inizio: 1  maggio 2014 
Data fine: 30 aprile 2017

    Intervento per un’educazione inclusiva dei bambini di Gerusalemme Est
    palestina1
    Tipo: EducazionePartner locale: Nur al Ain

    contribuire alla fruizione del diritto all’educazione da parte dei bambini palestinesi di Gerusalemme Est, migliorando la qualità dell’educazione primaria e pre-scolastica a Gerusalemme Est, con una prospettiva inclusiva.
    Beneficiari diretti: circa 2000 tra studenti e insegnanti di Gerusalemme Est, distribuiti in 6 asili e 1 scuola elementare gestiti da associazioni locali, 9 scuole pubbliche palestinesi e circa 1500 partecipanti alle campagne di sensibilizzazione
    beneficiari indiretti: circa 10.000 abitanti dei quartieri di Wadi al Joz, Sheikh Jarrah, At-Thouri, Ras al-Amoud e Città Vecchia di Gerusalemme
    Descrizione: Utilizzando e sviluppando le risorse e le competenze già presenti nelle scuole e negli asili della zona, il progetto si propone di sviluppare un modello di educazione maggiormente inclusivo, che permetta di rispondere alle esigenze individuali di tutti i bambini. Le scuole vengono assistite nella creazione di una “resource room” e di “resource corner” dentro classi, che serviranno da ‘centri di apprendimento’ per l’intera comunità scolastica e arricchiranno la qualità del processo educativo per tutti i bambini e gli insegnanti.
    Attività: formazione degli insegnati e del personale delle scuole, degli asili e di alcune figure chiave del personale ministeriale sulle metodologie inclusive e sull’identificazione precoce dei bisogni educativi speciali. Creazione nelle scuole e negli asili di spazi dedicati all’educazione inclusiva, oltre che di una biblioteca e ludoteca nella sede del partner locale Nur al Ain. Attività extracurriculari inclusive per i bambini e azioni di sensibilizzazione per le comunità di Gerusalemme Est sui temi dei diritti dei bambini e dell’educazione inclusiva. Creazione di un network di scuole e professionisti che si occupano di educazione inclusiva

    Finanziatore: Commissione Europea – fondi ENPI (European Development Fund)
    Data inizio: 01/07/2012
    Data fine: 30/06/2015

    Miglioramento delle capacità di risposta della popolazione e dei servizi sanitari di base della Striscia di Gaza all’emergenza sanitaria e psicosociale

    Tipo: Salute

    Partner locale: Palestinian Medical Relief Society (PMRS)

    Beneficiari diretti: 2269 bambini curati nei centri, 150 conferiti verso strutture specializzate fuori o dentro la Striscia

    Beneficiari indiretti: 216.700

    Finanziatori: Ministero degli Esteri italiano/Terre des Hommes

    Data inizio: 02/12/2013

    Data fine: 01/06/2014


    Educazione Sanitaria, attività ricreative e educazione informale per i bambini vulnerabili di Yatta, Dura, Sumu’a Beit Ula –
    Governatorato di Hebron – Cisgiordania occupatapalestina4
    Tipo: Educazione/Salute
    Beneficiari diretti: 400
    Beneficiari indiretti: 2400
    Partner locale: Ard al-Atfal/Beit Ula Cultural Center
    Finanziatore: TDH Italia/Sostegno a distanza
    Data inizio: 01/09/2006

    Intervento per l’individuazione e la cura dei bambini/e con deficit di tipo motorio, uditivo e di linguaggio nella zona Nord della Striscia di Gaza (9775/TDH/GAZA/02)
    palestina6

    Tipo: SalutePartner locale: Palestinian Medical Relief Society (PMRS)Obiettivi: Contenere il grave e crescente deterioramento dello stato di salute della popolazione della Striscia di Gaza, in particolare di bambini/e disabili in quanto categoria vulnerabileBeneficiari diretti: 186 bambiniScreening dei bambini/e con deficit motorio, uditivo/ sensoriale o di linguaggio presso le strutture PMRS;Organizzazione di assistenza a domicilio sul modello RBC (Riabilitazione di Base Comunitaria): identificazione dei beneficiari, diagnosi iniziale e definizione del piano di intervento individuale di riabilitazione;Organizzazione del follow-up a seguito di precedenti cicli di assistenza a domicilio sul modello RBC;Organizzazione di trattamenti riabilitativi (fisioterapia, logopedia, terapia occupazionale) a domicilio e/o nei centri del progetto;Screening medico generale, assistenza medica di base e invio dallo specialista dei bambini/e beneficiari che necessitano di assistenza medica specializzata;

    Identificazione dei bambini/e che necessitano di ausili tecnici; acquisto e distribuzione degli ausili.

     

    Finanziatori: Ministero degli Esteri/Terre des Hommes

    Data inizio: 11/09/2012

    Data fine: 26/01/2013

    Casa del Sole di Beit Ula – Sviluppo delle risorse sociali ed educative a favore della popolazione minorile della cittadina di Beit Ula, Distretto di Hebron, Cisgiordania

    Tipo: Istruzione/Protezione dell’infanziaPartner locale:Beit Ula Cultural Center (BUCC)

    Obiettivo

    Contribuire all’attuazione dei diritti dei giovani e dei bambini in Palestina sul piano educativo, culturale, ricreativo, e del loro diritto a partecipare attivamente alla costruzione di una società libera, democratica, e aperta.

    Beneficiari diretti: 900 bambini e adolescenti

    Beneficiari indiretti: 11.000 persone

    Descrizione: Il progetto ha realizzato nella Casa del Sole di Beit Ula una serie di laboratori artistici per fornire uno spazio e un tempo in cui bambini e giovani, attraverso l’acquisizione di competenze artistiche ed espressive di gruppo, possano imparare a sviluppare la propria creatività, acquisire fiducia in se stessi e nelle proprie capacità, apprendere nuove modalità di approccio alle difficoltà, aprirsi alla relazione con l’altro, scoprire il piacere di lavorare insieme per un obiettivo comune. Ci sono dei laboratori socio-educativi, corsi di computer e di supporto scolastico e le formazioni di ‘life skills’. Inoltre sono stati organizzati dei campi estivi per favorire la socializzazione e l’integrazione dei bambini e ragazzi. Un laboratorio di story telling per i bambini e le bambine delle scuole elementari mirava a favorire la valorizzazione delle risorse personali come fonte di resilienza, attraverso percorsi esperienziali basati sul racconto e la rielaborazione di storie e attraverso diverse tecniche (marionette, narrazione, gioco di ruolo), per insegnare come esprimere le proprie emozioni, sviluppare la propria creatività e acquisire fiducia in se stessi. E’ disponibile anche un servizio individuale di supporto psicologico ai bambini vulnerabili. Il Centro è aperto tutti i giorni della settimana tranne il venerdì e la domenica ed è frequentato da una media di circa 20 ragazzi al giorno.

    Attività: – accompagnamento e supporto tecnico al BUCC durante l’apertura del centro e lo sviluppo delle sue attività a favore della comunità di Beit Ula e delle sue istituzioni, come la scuola;

    – continuazione dell’implementazione di attività socio-educative e ricreative per i bambini e i ragazzi della zona di Beit Ula e delle attività generatrici di reddito avviate presso il BUCC per garantire la sostenibilità del centro educativo, che non sono ancora sufficientemente consolidate da garantire continuità nel funzionamento del BUCC in assenza di supporto esterno;

    – proseguimento del supporto diretto e indiretto ai bambini e i ragazzi più vulnerabili della zona di Beit Ula, tramite campagne dirette di distribuzione di aiuti e attività di supporto psico-sociale e sostegno alla socializzazione, alla capacità espressiva e alla comunicazione.

    Finanziatore: Fondazione Zanetti/Terre des Hommes Italia
    Data inizio: 01/05/2012

    Data fine: 28/02/2013


    La Musica come tramite fra Cisgiordania, Italia e Francia
    palestina2
    Tipo: Educazione/Cultura
    Beneficiari diretti: 8.000
    Beneficiari indiretti: 32.000
    Partner locale: Associazione AlKamandjati- Ramallah
    Finanziatore: Commissione Europea/Terre des hommes Italia
    Data inizio: 01/02/2010
    Data fine: 31/01/2013

    Per saperne di più

    Il blog dell’associazione

    La pagina facebook dell’orchestra

     

     


    Testimonianza da Gaza



    1. Palestina: e-Toolkit per la prima infanzia, uno dei più importanti risultati del progetto.

      01/09/2013

      A completamento di un lavoro durato due anni nella Striscia di Gaza Terre des Hommes Italia ha […] Leggi l’articolo »

    2. Palestina: aggiornamenti progetti

      01/09/2013

      In Palestina, il lavoro di Terre des Hommes Italia prosegue con il fine di preservare, per […] Leggi l’articolo »



    Comments

    comments

    Terre des Hommes Italia ONLUS

    Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
    Codice fiscale: 97149300150
    Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
    IBAN IT53Z0103001650000001030344
    Tel +39 02 28970418
    Fax +39 02 26113971
    info@tdhitaly.org
    Latte creative