Bangladesh




    bangla7

    Contrastare le discriminazioni di genere e promuovere lo sviluppo sociale ampliando le scelte di vita delle bambine e dei bambini e degli adolescenti in cinque baraccopoli (aree di Azimpur, Mohammadpur, Rayerbazar, Pallabi, Baonia) di Dacca
    Tipo: Empowerment adolescenti e protezione all’infanzia
    Partner locale in Bangladesh: Aparajeyo Bangladesh (AB), Association for the Realisation of Basic Needs (ARBAN)
    Beneficiari diretti:6.500 bambine/i e adolescenti (dai 10 ai 18 anni) che vivono nelle baraccopoli e le loro famiglie; 50 insegnanti delle 30 scuole primarie e secondarie; 2.000 genitori, membri della famiglia allargata coinvolti nel programma di sensibilizzazione sui temi di genere e nelle campagne di sensibilizzazione e mobilitazione comunitaria.
    Beneficiari indiretti:30.000 membri della comunità delle 5 baraccopoli.
    Descrizione: Il progetto ha l’obiettivo di lungo termine di migliorare le condizioni di vita di bambini/e e adolescenti così come di contribuire ad instaurare relazioni di genere più egualitarie, ampliando la possibilità di scelta consapevole, soprattutto delle bambine/ragazze adolescenti, in ambiti cruciali quali l’istruzione, il lavoro, il matrimonio e contrastando ogni forma di violenza. Nello specifico, il progetto si propone d’incentivare e favorire la scolarizzazione di bambine/i e adolescenti per contrastare il lavoro minorile, i matrimoni precoci, la violenza di genere e creare un ambiente più sicuro all’interno delle scuole, della famiglie e della comunità nelle 5 baraccopoli attraverso la sensibilizzazione e la mobilitazione sociale. Le scuole e i centri educativi dei partner del progetto saranno i centri nevralgici per l’organizzazione di una serie di attività (Ricerca Azione Partecipata, sessioni di educazione di genere per adolescenti e genitori, apertuta di club dell’adolescenza, teatro di strada e attivazione di comitati di base per la protezione all’infanzia) che coinvolgeranno vari gruppi portatori d’interesse (bambini, adolescenti, insegnanti, famiglie e membri della comunità) ed interverranno su vari livelli (individuale, sociale, comunitario) al fine di aprire degli spazi di dibattito e rinegoziazione delle norme di genere socialmente prodotte, promuovere la ritenzione scolastica e avviare dei meccanismi comunitari di protezione del bambino e dell’adolescente.
    Finanziatore:Agenzia Italia Cooperazione allo Sviluppo (AICS) / Terre des Hommes Italia
    Data inizio:01/01/2016
    Data fine: 31/12/2018

    Progetto di promozione dell’infanzia/Children Advancement Project (CAP)
    Tipo: Istruzione, Sanità di base, Protezione
    Beneficiari diretti: 1.063 bambini e adolescenti
    Beneficiari indiretti: 5.300 membri delle famiglie dei beneficiari diretti. Descrizione: Il progetto si svolge nel distretto di Kurigram, una delle zone con più alti tassi di povertà, malnutrizione e matrimonio precoce. Ha l’obiettivo di costruire reti di protezione all’infanzia assicurando a bambini e adolescenti provenienti da famiglie vulnerabili accesso gratuito a istruzione (primaria e secondaria) e materiale educativo, accesso a servizi sanitari di base, aprendo spazi multipli di dialogo tra diversi attori (studenti, insegnanti, genitori, autorità locali) per promuovere cambiamento sociale sulla pratica del matrimonio precoce, sulle norme di genere patriarcali ed inegalitarie e introdurre modelli di orti casalinghi e pratiche alimentari più sane ed equilibrate.
    Finanziatore: Terre des Hommes Italia / Sostegno a distanza
    Data inizio: 01/01/2008

    Garantire istruzione, anche per la prima infanzia, supporto sociale a bambini e adolescenti svantaggiati in contesti urbani
    Tipo: Istruzione, Sanità di base, Protezione
    Partner locale in Bangladesh: Aparajeyo Bangladesh (AB)
    Beneficiari diretti:1628 bambini e adolescenti
    Beneficiari indiretti:8.000
    Descrizione: Il progetto si propone di migliorare le condizioni di vita di bambini e adolescenti svantaggiati residenti in 4 baraccopoli di Dacca (Azimpur, Mohammadpur, Pallabi, Rayerbazar) attraverso accesso a istruzione, primaria e secondaria, servizi sanitari di base e mobilitazione comunitaria per protezione all’infanzia. Bambini, adolescenti, insegnanti, genitori, membri della comunità e autorità locali sono formati su diritti all’infanzia e maggiori violazioni di questi diritti nel contesto locale; sono anche mobilitati ad intervenire su casi di abuso e violenza sui minori, riferendoli ai meccanismi istituzionali preposti.
    Finanziatore:Terre des Hommes Italia / Sostegno a distanza
    Data inizio:01/01/2005

    Istruzione e supporto sociale per bambini e adolescenti residenti nella baraccopoli di Baunya-Badh
    Tipo: Istruzione, Sanità di base, sostegno psicologico e protezione
    Partner locale in Bangladesh: Association for Realisation of Basic Needs (ARBAN). Beneficiari diretti:716 bambini e adolescenti
    Beneficiari indiretti:3.500
    Descrizione:: Il progetto si propone di contribuire ad alleviare le condizioni d’indigenza e migliorare le condizioni di vita di bambini e adolescenti svantaggiati e marginalizzati, residenti in una baraccopoli di Dacca, Baunya-Badh, assicurando accesso a istruzione primaria e secondaria, servizi sanitari di base e servizi di consulenza psico-sociali. Meccanismi comunitari di protezione all’infanzia sono operativi e possono contare su una mappa di risorse e servizi presenti nella baraccopoli e sviluppata dal progetto.
    Finanziatore: Terre des Hommes Italia / Sostegno a distanza
    Data inizio:01/01/2014

    Jukta Hoe Mukta (United We Stand)
    Tipo: Migrazione interna sicura
    Partner locale in Bangladesh: Manusher Jonno Foundation (MJF), Phulki, Aparajeyo Bangladesh (AB), Association for the Realization of the Basic Needs (ARBAN), DALIT, Occupational Safety Health Environment (OSHE) Foundation, Shobujer Ovijan Foundation
    Beneficiari diretti:Sud Ovest del Bangladesh: 1.000 ragazze adolescenti e giovani donne che appartengono a comunità marginali (fuori casta) e che vivono in zone affette da cambiamenti climatici. Distretto di Dhaka: 35.000 potenziali e attuali lavoratori nel settore tessile, soprattutto giovani donne.
    Beneficiari indiretti:145.000 persone, compresi I membri delle famiglie dei beneficiari diretti, sia nel Sud Ovest del Bangladesh che nelle baraccopoli della capitale, datori di lavoro, membri dei Comitati di Gestione delle Comunità.
    Descrizione: Il progetto ha l’obiettivo di lungo termine di garantire che ragazze adolescenti e giovani donne che hanno intenzione di migrare e che sono già migrate e lavorano nel settore dell’industria tessile possano vivere in un contesto più sicuro e favorevole all’interno dell’ambiente lavorativo e con migliori condizioni sociali. Nello specifico il progetto si propone di garantire, da un lato, che ragazze adolescenti/ giovani donne appartenenti a comunità marginali e che vivono nelle baraccopoli di Dhaka abbiano la capacità di effettuare scelte (sociali, economiche e professionali) consapevoli per quanto riguarda la migrazione e il lavoro nell’industria tessile. Dall’altro, che donne che lavorano nel settore tessile e ragazze adolescenti/ giovani donne che vivono nelle baraccopoli di Dhaka siano organizzate, partecipino attivamente al processo decisionale e siano in grado di rappresentare e difendere i propri interessi.
    Il progetto è implementato in parte nel Distretto di Khulna, nel Sud Ovest del Paese, in cui una serie di incontri di sensibilizzazione con le giovani donne e le autorita’ locali mirano a renderle consapevoli dei rischi e delle opportunità legate alla migrazione (R1). Dopo aver deciso di migrare, a Gazipur, alla periferia di Dhaka, le giovani donne ricevono una formazione professionale specifica per imparare ad utilizzare le macchine che troveranno all’interno delle industrie e saranno facilitate nell’inserimento lavorativo (R2). Nella zona industriale di Gazipur, le giovani donne migrate, cosi come altre che gia’ vivono nelle baraccopoli, continueranno a ricevere informazioni sui loro diritti e in materia di salute attraverso l’apertura di sei “Café per donne”. In aggiunta, in caso di violazioni di diritti o anche solo per ricevere informazioni, un numero verde sarà attivo 24 ore al giorno. Nelle stesse zone e in alcune baraccopoli (Azimpur, Baunya-Badh, Mohammadpur, Rayerbazar), in 10 centri diurni per bambini, insegnanti e guardiani si prendono cura di loro mentre le loro madri sono al lavoro. Nella baraccopoli di Pallabi, invece, 2.000 ragazze adolescenti sono connesse tra loro attaraverso lo sviluppo di una App per cellulari con cui possono condividere informazioni (educazione, salute, sicurezza) e avviare un processo di allarme in caso di situazioni di emergenza (R3). Attraverso il progetto si prevede anche di organizzare e formare Gruppi di Lavoratori/Lavoratrici che siano in grado di interagire e motivare il management delle fabbriche tessili a sostenere i loro interessi e diritti (R4).
    Finanziatore: Unione Europea (EuropeAid)
    Data inizio:01/02/2016
    Data fine: 31/01/2019

    Ricerca sulle comunità Dalit nella regione di Khulna in confront ai poveri della comunità ‘mainstream’
    Tipo: Ricerca – studio longitudinale
    Partner locale in Bangladesh: Dalit
    Beneficiari diretti:Per ogni ciclo della ricerca circa 700 membri della comunità, sia Dalit (fuoricasta) che Bengali ‘mainsteam’ saranno inclusi nel processo di raccolta dati
    Beneficiari indiretti:Agenti di cooperazione allo sviluppo, Governo del Bangladesh e comunità Dalit
    Descrizione: Lo studio longitudinale sarà portato avanti nell’area di Khulna dove Terre des Hommes Italia è già operativa con un progetto di migrazione interna sicura che coinvolge le comunità Dalit. Lo studio prevede la realizzazione di tre cicli di ricerca, per capire l’evoluzione nel tempo di comportamenti oggetto di studio.
    Le comunità Dalit subiscono molte discriminazioni dovute alla loro discendenza e al loro interno le violazioni dei diritti umani, in special modo di quelli delle donne e bambini, raggiungono livelli drammatici. Gli obiettivi della ricerca sono molteplici:
    1. Determinare la povertà relativa delle comunità Dalit rispetto a quella dei poveri della comunità ‘mainstream’, per capire la portata della discriminazione di questi gruppi.
    2. Identificare le professioni tradizionali delle comunità Dalit e la loro rilevanza sul mercato del lavoro;
    3. Capire e analizzare le dinamiche all’interno delle famiglie e comunità dalit a seguito di migrazione interna e/o internazionale di un membro della famiglia di sesso femminile,
    4. Raccomandare aree specifiche d’intervento per combattere le deprivazioni e discriminazioni dei Dalit.
    Finanziatore:Swiss Agency for Development and Cooperation (SDC)
    Data inizio:01/05/2017
    Data fine: 30/04/2019

    Foto

    ripreseindia-040-small
    ripreseindia-046-small
    ripreseindia-108-small
    ripreseindia-128-small
    ripreseindia-135-small
    ripreseindia-192-small
    ripreseindia-193-small
    sonargoan-016-small
    sonargoan-017-small
    sonargoan-020-small
    sonargoan-021-small
    sonargoan-023-small
    sonargoan-026-small


    Terre des Hommes: testimonianza alluvione in Bangladesh 2011


    Le ultime news

    Comments

    comments

    Terre des Hommes Italia ONLUS

    Via M. M. Boiardo 6 - 20127 Milano
    Codice fiscale: 97149300150
    Banca Monte dei Paschi di Siena Ag. 57 MI
    IBAN IT53Z0103001650000001030344
    Tel +39 02 28970418
    Fax +39 02 26113971
    info@tdhitaly.org
    Latte creative

    Pin It on Pinterest

    Share This